Sono nato a Crotone nel 1984.

Ho studiato al Dams di Bologna ma, prima ancora di laurearmi, nel 2007, sono andato a New York a studiare all’International Center of Photography. Dovevo rimanerci tre mesi ma ci sono rimasto sette anni, facendo tantissime cose interessanti tipo:

– la mia prima mostra in assoluto, al Leslie-Lohman Museum, tre mesi dopo essere arrivato;
– fare da traduttore ad Annie Leibovitz;
– specializzarmi in sviluppo e stampa in bianco e nero,
– vivere nei leggendari loft di McKibbin St. a Brookyln;

Nel 2014 ho scritto un piccolo romanzo dal titolo Amodio.

L’anno dopo ho fatto da attore in un video di Marco Mengoni, comparendo in ben 0,003 secondi su 3,47 minuti.

Poi ho scritto il mio secondo libro, Fondo Gesù, e due anni dopo sono stato scelto da Amy Arbus per una mostra negli Stati Uniti. Nello stesso anno ho realizzato la mia prima campagna di moda per Bikkembergs.

Nel 2019 ho pubblicato il mio terzo romanzo, Ora che sono Nato.

Durante la quarantena per il Covid, Vice mi ha chiesto di raccontare al popolo americano come me la stavo passando.

Tra le cose di cui vado più fiero in assoluto, aver raccontato su Repubblica la storia sconosciuta della chitarra battente calabrese, ovvero la prima chitarra rock della storia, e sempre sullo stesso quotidiano, la storia della prima agenzia fotografica del Kurdistan.