Maurizio Fiorino

Fiorino e Magnani, il sodalizio artistico continua con “QUI”.

Continua il sodalizio artistico tra Maurizio Fiorino e la fotografa newyorchese Francesca Magnani. In occasione della mostra fotografica di Magnani Qui, nella prestigiosa cornice della Galleria Samonà di Padova, Fiorino ha scritto la presentazione ufficiale che accompagna la retrospettiva dell’artista di origini padovane che, per l’occasione, espone più di quaranta fotografie tra le più importanti scattate negli ultimi venti anni. 

I fili conduttori di questa mostra sono molteplici e diversi: la strada innanzitutto, con quello che porta in termini di spettacolo e di “sorpresa” visiva, e quindi la street dance, le processioni religiose, le luci, i volti, l’arte pubblica dei parchi newyorkesi, ma anche l’attenzione sulle persone e alle forme: gli archi, i ponti, la schiena inarcata nel salto all’indietro.
Queste sollecitazioni sono riunite in un punto, il “qui” del titolo che è la scritta per terra a delimitare lo spazio della performance e anche la parola chiave della mindfulness della West Coast “Wherever you go, there you are”; un’eco contemporanea e costruttiva di rimando al fatalismo oraziano del “Chi attraversa il mare cambia cielo non animo”.
Ora non è più così: il “qui” è il punctum della fotografia, il kairos, il momento opportuno, come anche la concentrazione dell’acrobata o il giro a spalla del Santo. Qui troviamo Piazza della Frutta e Union Square, che simbolicamente racchiude tutto – location newyorkese che sola, col mercato delle fattorie di Upstate e gli incontri estivi, ricorda la piazza italiana.

La mostra sarà aperta al pubblico dal 3 febbraio al 12 marzo 2017.


Using Format